Skip to content

«Il cammino di un anno nella Nuova Chiesa di Sant’Elena»

Posted in SOMMARIO

2013_09_24-SANT_ELENA

Ancora scossi dalla perdita del caro Diacono Nicola, in continuità dei pressanti impegni che quotidianamente vengono affrontati nella articolata vita della Parrocchia, vogliamo soffermarci sull’importante anniversario del 24 settembre 2013.

Con animo semplice ed umile ascoltiamo delle riflessioni che vogliono rappresentare solo delle pennellate del sentire articolato della Comunità di Sant’Elena. Il primo affresco c’è lo fornisce Alberto Marchese il secondo Maria Grazia Frisone

“Ogni ritorno evoca con sé – quasi inevitabilmente – il ricordo del viaggio ormai concluso. Le fatiche e le tristezze provate durante il cammino appaiono, d’un tratto, lontane e si perdono così nella memoria. La Gioia di essere finalmente tornati a Casa da sola rinfranca l’animo che pure è turbato perché sa che il percorso non è terminato e tanto resta ancora da fare. Non è dunque un sentimento isolato, bensì un insieme di più sentimenti contrapposti, quello che caratterizza questo particolare anniversario del nostro ritorno a Sant’Elena. Nel vivere il Presente, costantemente illuminati dalla Parola del Signore, è questo il momento di festeggiare e di rallegrarci, consapevoli di quanto di buono è già stato fatto ma coscienti di ciò che ancora – tutti insieme – siamo chiamati a realizzare. Soltanto così Sant’Elena sarà per noi, e per chi lo vorrà, un luogo di vero Amore dove tutto – dal rumoreggiare dei bambini che giocano nel cortile al fruscio del vento che smuove le fronde dei giovani ulivi – saprà parlarci di Dio.“- Alberto Marchese

2013_09_24-SANT_ELENA.-Vescovo“Quale gioia, quando mi dissero:Andremo alla casa del Signore”.. il Salmo 121 proclamato un anno fa, durante la solenne Celebrazione per l’inaugurazione della Chiesa di S. Elena, torna a riecheggiare nel mio cuore ancora oggi. Andare alla casa del Signore, suscita in me gioia inalterata, nonostante gli evidenti e radicali cambiamenti cui, la mia non più giovane età, si è dovuta adattare. Sono così, andata oltre.. l’architettura moderna, lineare ed essenziale della nuova Chiesa, fino alle origini della gioia: Cristo Gesù, che nella liturgia è “fonte e culmine della vita cristiana”. E riecheggia ancora in me, il Salmo.. mentre percorro quel tratto di strada che mi separa dalla nuova Casa di Preghiera, mentre gusto la gioia dell’incontro con l’ Amato. con L’Altro e.. con gli altri..che nella loro originale diversità, in una comune-unione, sperimentano il dono della Parola e del Pane Eucaristico, che edificano con me, quella Chiesa voluta dal Cristo e mi rendono con essi, “Chiesa visibile”. « Il mondo fu creato in vista della Chiesa », dicevano i cristiani dei primi tempi. Questa è per me..ancora gioia: la certezza di far parte di questa “Ecclesia” che non si identifica in un edificio, ma nel Corpo di Cristo e nelle Sue membra..- Maria Grazia Frisone

Dalle pennellate alla Cronaca e non solo…

Nonostante le evidenti difficoltà, siamo grati e riconoscenti per quanto è stato realizzato in questo anno 24/09/2013-2014.  Oltre alle celebrazioni liturgiche FerialiDomenicali. e dei Tempi forti di Natale e Pasqua, si sono svolte con puntualità, due momenti comunitari fruttuosi di doni spirituali: l’Adorazione Eucaristica del 1° giovedì e La Catechesi del Parroco, appuntamento settimanale del mercoledì. Il quale, per dare un  ampio respiro alla conoscenza del Concilio Vaticano II ha fortemente voluto altri momenti di catechesi sociale e spirituale con gli Incontri tenuti da Don Gianni Russo fdb (“Gesù”) – da mons. Pietro Aliquò (“Maria”)e da Don Marcello Pavone (la “Chiesa”), . Come da tradizione sono stati impartiti i Sacramenti della 1ª Comunione e della Cresima. Sempre al termine di incontri e di cammini di approfondimento. Non sono mancati gli eventi ricreativi, imperniati sugli incontri musicali natalizi che sono stati realizzati: dal Gruppo giovani dell’ACR (27/12/2013) – dal Coro Gaudemus in Domino (04/01/2014) – dal Coro “E. Arena” diretto dal figlio Giulio (06/01/2014) – dai giovani studenti della “Vittorini” con Pippo Gravina (12/01/2014). Puntualmente 2013_12_15-OMAR-193_0627Accolto nella fraterna carità Omar (15/12/2013), mentre il 24/11/14 gli Old di Azione Cattolica che si erano formati alle cure amorevoli di padre Vincenzo Principato, hanno festeggiato la lettera di mons. Marra, l’Arcivescovo che ha dato impulso alla costruzione della nuova Chiesa. Non tutto è stato scritto, le emozioni si possono solo vivere, ma speriamo che questo serva come promemoria, anche al nuovo Gruppo di volontariato, che si è recentemente formato, per continuare a costruire comunitariamente il “Regno di Dio.”