Skip to content

«Ecco la festa della CROCE – “… che ci accoglie riempiendo cuore e occhi di luce”»

Posted in SOMMARIO

2013_09_24-SANT_ELENADomenica 14 settembre con tutta la chiesa celebreremo la festa della esaltazione della Croce.
Per la nostra comunità di s. Elena due particolari motivi accanto a quelli richiamati con tanta chiarezza dalla liturgia del giorno.
Tanto la chiesa parrocchiale che quella antica del Ringo tra le centralità raffigurano il mistero della croce di Gesù.
2013_09_24-SANT_ELENAGuardiamo s. Elena e sappiamo quanto, per la sua fede, ha lavorato a Gerusalemme per trovare la croce di Gesù.
L’abside della nostra nuova chiesa ci presenta la grande croce con il Crocifisso dalle braccia allargate per accoglierci per sempre.
Inoltre il simulacro della nostra santa, collocato nella cappella a lei dedicata, ci presenta s. Elena che abbraccia la croce e quindi ci incoraggia a seguire gli insegnamenti evangelici che vengono da Gesù.
Pure la vetrata dell’antica chiesa, posta nella galleria che unisce la chiesa ai locali pastorali, ci ripresenta la santa sempre con la croce del nostro salvatore.
Gesù-MariaLa chiesa del ‘500 del Viale della Libertà, dedicata a Gesù e Maria del buon viaggio, con il maestoso dipinto centrale, attribuito a Gaspare Camarda, ci accoglie riempiendo cuore e occhi di luce. Nella bellezza dei colori e nell’ampiezza delle tematiche che manifesta ci dona il grande invito ad essere seguaci di Gesù forti della Sua croce di passione morte e resurrezione.
La croce, raffigurata tra Gesù e Maria, è un faro che indica la strada; è, perchè sorgente di luce sempre nuova, una forza che, richiamando Gesù acqua zampillante di vita, aiuta ognuno di noi ad amare dio con tutta la nostra vita e come noi stessi i fratelli e le sorelle in umanità e nel battesimo.
Auguriamoci abbondanti benedizioni dal Signore per questa Domenica che sta al cuore del mese di Settembre mentre ci prepariamo a celebrare il 24 prossimo il primo anniversario dell’inaugurazione della nuova chiesa parrocchiale.
con molti saluti
il parroco p. Pippo Principato